Corsa in montagna a Courmayeur

Sono tanti coloro che praticano la corsa in tutte le sue forme. Ma il fenomeno del momento è il grande successo della corsa in montagna con le sue principali varianti: trail running e sky running. Il Monte Bianco, con la sua mole stupefacente, fa da cornice ineguagliabile.
Anche in questo campo, Courmayeur è divenuta uno dei centri più importanti a livello internazionale, sia per la grande bellezza dei percorsi a disposizione di chiunque voglia allenarsi e divertirsi, sia per l’importanza delle gare che si disputano nel suo territorio.

 

Allenarsi alla corsa e al trail running a Courmayeur

Trail running sui sentieri della Val Veny.
Trail running sui sentieri della Val Veny

Per coloro che corrono con una certa regolarità le vacanze estive non attenuano la necessità di tenersi in allenamento. I percorsi più belli sono i fondovalle della Val Veny e della Val Ferret. Quest’ultima, in particolare, permette una corsa da Planpincieux ad Arnouva di circa 15 km tra andata e ritorno, gradevolissima, con alcune salite di rispetto, ma ben superabili. Altri percorsi si snodano tra Courmayeur e Morgex, in parte su asfalto e in parte su sterrato.
Gli appassionati di trail running a Courmayeur possono toccare il cielo con un dito. Non hanno che l’imbarazzo della scelta. Ma soprattutto, hanno il privilegio di potersi allenare sui sentieri che fanno parte di corse famose. Straordinaria la cosiddetta “balconata” che sovrasta la Val Ferret, che permette un lungo percorso in saliscendi dal Rifugio Bertone ad Arnouva, passando dal Rifugio Bonatti. Famosa anche la lunga traversata dal Col de la Seigne al Rifugio Maison Vielle, sopra la Val Veny.
Un discorso simile si può applicare ai praticanti del nordic walking. A questo proposito, a Pré-Saint-Didier vive Guido Azzalea, uno dei più famosi rappresentanti in questo campo, a disposizione per insegnare e/o accompagnare.

 

L’Ultra Trail du Mont Blanc (UTMB): la corsa più famosa al mondo

Alla partenza dell'Ultra Trail Mont Blanc da Chamonix.
Alla partenza dell’Ultra Trail Mont Blanc da Chamonix

Nell’immaginario collettivo degli appassionati di trail running due gare occupano il gradino più alto: l’UTMB e il Tor des Geants.

L’Ultra Trail du Mont Blanc (UTMB) rappresenta la gara di riferimento assoluto a livello mondiale, quella a cui si rapportano tutte le altre.
Durante l’anno, schiere di runner partecipano in ogni angolo del globo ad altre corse simili per guadagnarsi il fatidico punteggio che permetterà loro di essere inseriti nel sorteggio degli ambitissimi pettorali UTMB dell’anno successivo.
L’UTMB è una gara di 168 km che si disputa a fine agosto. Parte e arriva a Chamonix, dopo aver compiuto un giro completo attorno al gruppo del Monte Bianco, in territorio francese, italiano e svizzero. Courmayeur è la tappa intermedia più importante, dove i corridori arrivano alla mattina del secondo giorno, dopo aver trascorso la prima notte e percorso quasi 80 km. Qui trovano ristoro, possibilità di riposo e supporto da parte dei loro rispettivi assistenti. Da qui ripartono per l’assalto alla seconda metà della gara, che in massima parte li vedrà impegnati una seconda notte, prima dell’agognato arrivo a Chamonix.
Ma oltre che per l’UTMB, Courmayeur è importante anche per altre corse. Qualche giorno prima, infatti, vi partono le altre due gare sorelle: la Courmayeur Champex Chamonix (CCC) e la Sur les Traces des Ducs de Savoie, meglio nota come TDS.

 

Il Tor des Geants: la corsa più dura al mondo

Arrivo al Col Malatra, dove finiscono le grandi fatiche del Tor des Geants.
Arrivo al Col Malatra, dove finiscono le grandi fatiche del Tor des Geants

Se l’UTMB è la gara di riferimento, il Tor des Geants viene considerata la gara in montagna più lunga e difficile al mondo. I concorrenti partono da Courmayeur e vi ritornano dopo aver percorso in sequenza le due Alte Vie della Valle d’Aosta, per un totale di 340 km e circa 27000 m di dislivello positivo.
A rendere possibile una prova così titanica è una grande macchina organizzativa che ha la sua sede proprio a Courmayeur. Oltre a VDA Trailers, la società che lo promuove, ne fanno parte anche membri della Protezione Civile, il Soccorso Alpino e una grande schiera di volontari, che si alternano a dare assistenza agli atleti nei luoghi più impervi e sperduti della Valle d’Aosta. Ma un ruolo fondamentale lo giocano anche gli abitanti della Valle, che partecipano con entusiasmo e calore nel sostenere i concorrenti.

Il Tor des Geants è affiancato da altre corse che interessano Courmayeur: il Tor Dret, il Grand Trail Courmayeur e l’Arrancabirra.
Il Tor Dret è una gara che si svolge in contemporanea al Tor, ma più veloce, ricalcandone l’ultima parte da Gressoney a Courmayeur. Il Gran Trail Courmayeur è una gara con 3 percorsi di diversa lunghezza (fino a 105 km), che partono e arrivano a Courmayeur, snodandosi per le valli attorno a La Thuile, per la Val Veny e la Val Ferret. Molto amata per l’atteggiamento scanzonato che la caratterizza è l’Arrancabirra, simpatica corsa di 19 km attorno alla Val Sapin, all’insegna di rinfreschi a base di birra.

L’Hotel Aigle sembra fatto apposta per soddisfare i runner di ogni livello.
In primo luogo, permette di accedere in modo rapido a tutti i percorsi di allenamento più interessanti e divertenti. Un discorso che vale sia per i sentieri di Val Ferret, Val Veny, Val Sapin, sia per quelli di Morgex, La Thuile, Chamonix e di tutto il versante francese del Monte Bianco.
In secondo luogo, grazie alla sua posizione e alla comodità del traforo del Monte Bianco, l’Hotel Aigle è il punto di appoggio ideale per partecipare alle famose gare che si disputano su entrambi i versanti del Monte Bianco: UTMB, CCC, TDS, Tor des Geants, Tor Dret, Gran Trail Courmayeur.
Da qualche anno l’Hotel Aigle è diventato uno dei luoghi di pernottamento preferiti dai numerosi frequentatori del Tour del Monte Bianco. Sono escursionisti provenienti da ogni angolo del mondo che camminano per diversi giorni prima di ritornare a casa. Per questo dedichiamo a loro attenzioni particolari e cerchiamo di offrire tutto il supporto possibile con informazioni e consigli.

Ma non è tutto. Oltre a un pernottamento ideale dal punto di vista logistico, l’Hotel Aigle offre al trail runner altre cose importanti. Una cura speciale del mangiare, dalla cena alla colazione del mattino. La possibilità di preparare spuntini per le uscite più lunghe. Materiale informativo, cartine e guide per progettare i percorsi. Indicazioni per acquistare o noleggiare parte l’attrezzatura.
Ma l’impegno nostro è ancora più profondo. È un impegno fatto di consigli e suggerimenti. Un impegno fatto dei racconti di come altri hanno vissuto una particolare gita, dei problemi che hanno incontrato, delle emozioni che hanno provato.

Modulo di contatto

I campi contrassegnati da (*) sono richiesti.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo le modalità indicate nella Privacy policy.